editoriale Han Solo: A Star Wars Story

[Opinione] Gli spin-off dedicati alle origini dei personaggi hanno senso?

Quando, tra il 2014 e il 2015, Lucasfilm annunciò i primi due spin-off di Star Wars, Rogue One e quello su Han Solo, i fan di Star Wars accolsero la notizia con sentimenti contrastanti. In molti, tra cui il sottoscritto, si chiesero infatti se la saga di Star Wars non dovesse soltanto limitarsi alla tradizionale divisione in episodi e alla narrazione delle gesta della famiglia Skywalker.

Nonostante tanti siano stati piacevolmente sorpresi dalla eccellente qualità di Rogue One, i dubbi sul film di Han Solo persistono. Ci si domanda infatti se serva davvero, aldilà della realizzazione del film – che molto probabilmente sarà ottima – una pellicola dedicata al nostro contrabbandiere preferito.

Quando in Episodio IV, a Mos Eisley, fa la sua apparizione Harrison Ford nei panni di questo ambiguo e affascinante personaggio, tutti gli spettatori sono stregati dall’aura di mistero che lo circonda. Nonostante nel corso della saga si abbia la possibilità di conoscere meglio e di approfondire la personalità di Han Solo, rimangono molti interrogativi sulle sue origini, su come abbia conosciuto il suo copilota Chewbacca, su dove sia nato e su tante altre faccende. La realizzazione di un film, che dovrebbe essere ambientato dieci anni prima di “Una Nuova Speranza” e che andrebbe a rispondere ad alcuni di questi interrogativi sulla sua vita, contribuirebbe probabilmente a rovinare questa ambiguità e aura di mistero che circonda Han.

Phil Lord e Christopher Miller, i registi del film su Han Solo

Mutatis mutandis, successe una cosa simile con il personaggio di Boba Fett. Anche egli, personalità enigmatica e misteriosa (ispirata peraltro al personaggio di Eastwood nella trilogia del dollaro di Sergio Leone) perse molto in termini di fascino quando, in episodio II, si scoprì che egli non era altri che un clone di un altro cacciatore di taglie.

Questo discorso, dunque, è estendibile a tutti i personaggi più conosciuti e apprezzati della saga. Per cui, a mio avviso, sarebbe anche poco sensato dedicare uno spin-off a personaggi come Obi-Wan, Yoda o Boba Fett stesso.

Sono sicuro, allo stesso tempo, che il film di Lord e Miller su Han Solo sarà in grado di stupirci e coinvolgerci, ma ritengo che, con tutti i personaggi e gli eventi che la Saga è in grado di offrire e di creare, concentrarsi su quelli principali li privi di fascino e di mistero, che, in fondo, sono tra gli aspetti che un’importante fetta di fan di Star Wars apprezza maggiormente.

 

Facebook Comments

You Might Also Like

image
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: