Editoriale Eventi Fandom

Lucca Comics & Games 2017 – Il Risveglio del Fandom

3
3
3
3
3
3
3

Si è appena conclusa la cinquantunesima edizione del Lucca Comics & Games. Siamo stati all’evento e vogliamo raccontarvi come è andata.

Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto quello che conta può essere contato

Prima di lasciarci andare a considerazioni personali e al racconto dei nostri giorni in fiera, vogliamo parlare dei numeri di questo Lucca Comics 2017, che sono veramente da record.

Bene, cominciamo: 700 espositori, 90 location all’interno delle mura della città e oltre 240000 presenze da ticketing nei 5 giorni dell’evento.

Se questi numeri vi sembrano impressionanti, aspettate quelli social: 800000 contatti giornalieri alla pagina Facebook, le visualizzazioni dei live sono arrivate a 265000 e i tweet hanno ricevuto una media di 5000 retweet.

Numeri senza dubbio impressionanti, ma come dice il titolo del paragrafo non tutto quello che conta può essere contato.

Infatti in questa edizione si ha avuto l’idea che sia stata alzata l’asticella della qualità dell’evento e non di poco: non solo nei numeri, ma nella cura degli stand, nell’organizzazione e anche negli ospiti.

L’organizzazione – visto e considerato le nuove norme di sicurezza – è stata lodevole e nonostante le inevitabili lunghe code si riusciva ad accedere alla fiera in maniera veloce. Disposti anche più bagni chimici in giro per la città, cosa che negli anni passati era stata trascurata. Ottima anche l’idea di creare dei sensi unici pedonali, che nelle ore di punta evitano l’intasamento delle vie principali della città.

Per quello che riguarda i padiglioni “principali” – dedicati all’intrattenimento – come Netflix, Stranger Things, Call Of Duty per citarne alcuni, avevano preparato un sacco di sorprese per i fan, regalando ai visitatori esperienze visive di un livello nettamente superiore rispetto agli scorsi anni.

Per fare alcuni esempi di quelli sopracitati quello di Call Of Duty, al suo esterno, presentava mezzi militari (tra cui un carro armato) e comparse in costume ispirati al gioco. Netflix aveva esposto alcuni dei costumi di scena dedicati alla ultimissime serie di successo rilasciate ultimamente come Star Trek – Discovery e altre serie Marvel. Il più notevole sicuramente è stato Stranger Things, che presentava un percorso meraviglioso con oggetti di scena e riproduzioni fedelissime del film dove poter fare foto immedesimandosi nei protagonisti.

Nota dolente le code per accedervi, ma purtroppo inevitabili vista l’affluenza di pubblico.

Purtroppo, anche per quest’anno, niente di ufficiale a tema Star Wars, ma di questo parleremo dopo.

Gli ospiti di questa edizione sono stati davvero tantissimi e tutti strepitosi, partendo da quelli italiani fino a quelli internazionali. Ne citiamo alcuni e siamo sicuri che alcuni di loro vi saranno ben noti: Timothy Zahn, Jason Aaron, Marco Checchetto, Robert Kirkman, Natalia Dyer, Jason Isaacs, Licia Troisi… potremmo andare avanti per ore.

Insomma numeri veramente da record per questa cinquantunesima edizione.

This is not going to go the way you think

Come detto sopra, edizione da record e molto ben organizzata, ma con la quasi totale mancanza di Star Wars.
Se si escludono Zahn e le legioni, si può tranquillamente dire che Star Wars è stato completamente escluso da questo comics.
Le ragioni sono sconosciute, ma sembra che dopo la forte campagna promozionale di Episodio VII, abbiano deciso di intraprendere una via nettamente diversa per sponsorizzare i prodotti.
In tutta onestà considero un vero peccato la mancanza di uno stand dedicato interamente alla saga, e guardando l’altissimo livello di cura mostrato in tutti gli altri padiglioni lo si rimpiange ancora di più.

Quindi sotto che forma era presente Star Wars?

Ancora una volta si può affermare con estrema tranquillità che la saga è stata rappresentata alla grande dalle legioni con stand di altissimo livello scenico ed interazione con il pubblico, parate e i loro famosissimi e meravigliosi costumi.

Lo stand era organizzato in maniera impeccabile e si aveva la sensazione di essere veramente in un avamposto imperiale, grazie anche alla maniacale cura con cui questi appassionati organizzano le loro presenze in pubblico.

Come non citare il grandissimo Timothy Zahn, una dei padri fondatori dell’attuale Legends e creatore di personaggi indimenticabili come Thrawn.
La possibilità di scattare una foto con una leggenda della saga come lui e avere un suo autografo, rendeva sicuramente meno amaro il sapore della mancanza ufficiale della saga alla fiera.

Insieme a Zahn, ospiti che riguardano il mondo di Star Wars erano anche Jason Aaron e Marco Checchetto, disegnatori e autori di alcuni dei comics più famosi della saga.
Abbiamo avuto la fortuna di farci autografare copie da entrambi e di aver vinto uno sketch personalizzato dall’immenso Checchetto.
Per ultimo e non certo per importanza, era presente anche Bill Slavicsek, storico creatore del gioco Star Wars: Roleplaying.

A conti fatti non sono mancate sicuramente le occasioni per sentirsi parte della galassia lontana lontana, anche se la mancanza ufficiale di uno stand dedicato lascia – ancora una volta – i fan italiani a bocca asciutta. Peccato.

Lasciate ogni risparmio voi che entrate

Anche questo Lucca Comics è stato (come sempre) contraddistinto dagli acquisti: vi menzionerò qui quelli più importanti, con questi pezzi vintage, che stanno sempre diventando più difficili da reperire.

Due bellissimi set, mai arrivati in Italia, provenienti dalla “Collector Series” di Kenner Hasbro del 1997: nel primo Han Solo e Luke Skywalker in stormtrooper gear. Due bellissime figure dettagliatissime e in edizione limitata a 20.000 pezzi. Il secondo set invece contiene Luke così come appare ne L’impero colpisce ancora insieme al vorace Wampa: credo che sia morbidissimo (non oso aprire la confezione!) – ben rifinito con una pelliccia lucentissima nonostante i venti anni di età!

Un altro inaspettato acquisto è stato questo C1-P8 (R2-D2) radiocomandato nell’edizione italiana della Harbert 1979 (distributore di Kenner) mantenuto in condizioni perfette, compreso di scatola intatta e funzionante (ha solo bisogno di una piccola revisione)

In fiera, oltre ad incontrare numerosi autori contemporanei di fumetti Star Wars, abbiamo incontrato lo scrittore Timothy Zahn, che non ha bisogno di presentazioni, che ci ha autografato la mia prima copia de L’erede dell’impero.

Altro personaggio incontrato è stato Bill Slavicsek, storico creatore del gioco Star Wars Roleplaying Game che ci ha omaggiato, con una dedica, il volume di espansione del gioco di ruolo: Manuale tecnico della Morte Nera.

Dove eravamo rimasti?

Sabato 4 novembre

Sabato è stata sicuramente la giornata più completa ed attiva delle due che abbiamo passato in fiera.
È cominciata con un giro in tutti i padiglioni maggiori di modo che potessimo entrare per bene nell’atmosfera Comics, per recarci poi allo stand Panini dove abbiamo acquistato quantità indefinite di fumetti e abbiamo incontrato per un autografo Jason Aaron e Marco Checchetto.

Dopo aver fatto una buona scorta di fumetti e autografi ci siamo recati allo stand delle legioni, dove abbiamo potuto apprezzare il loro meraviglioso lavoro e dar luogo al raduno con gli amici di Star Wars Libri & Comics.

Subito dopo il raduno è arrivato il momento del Net Addiction Dome, dove abbiamo partecipato allo Star Wars Countdown di Lega Nerd, con il mitico Roby Rani e Giorgio Bondì.

La giornata si è poi conclusa con ultimo giro sulle mura, dove abbiamo potuto ammirare i bellissimi cosplay presenti alla fiera.

Domenica 5 novembre

Il tempo di domenica non è stato d’aiuto al già pochissimo tempo rimasto per goderci la fiera. Visto il pessimo meteo, abbiamo visitato i padiglioni che non avevamo visto il giorno prima e abbiamo incontrato il mitico Robert Kirkman  – creatore di The Walking Dead.

Purtroppo poco dopo è arrivato anche per noi il momento del rientro.

Il rientro è parte naturale della vita. Gioisci per coloro che intorno a te ritornano dal Lucca Comics. Dolore non avere; rimpianto non avere. 

Come avrete sicuramente intuito, per noi è stato un Lucca Comics molto breve ma altrettanto intenso e ricco di emozioni.
Abbiamo avuto la possibilità di incontrare alcuni dei nostri lettori e scambiare qualche chiacchiera con loro e congratularci personalmente con alcune delle persone che contribuiscono ogni giorno, col loro lavoro, a rendere Star Wars una saga meravigliosa.

Vorremo potervi dire cosa ci è piaciuto e cosa non ci è piaciuto di questo Lucca Comics, ma non troviamo voci da inserire nella seconda categoria.
Ogni anno il Lucca Comics compie la magia di rendere reale ciò che per il resto dell’anno è fantasia, permette di poter vivere un sogno ad occhi aperti e apre tantissime porte per chi ama il mondo Nerd e la Pop Colture.

Che dire? Sicuramente il prossimo anno saremo presenti, per più giorni e se la Forza vorrà, con qualche sorpresa per voi fan.

Redatto da: Manuel Bettuzzi, Davide Dacomo, Massimo Sanchini, Pierpaolo Bergonzi, Leandro Romani, Francesco Danovi.

Seguiteci sui social per rimanere sempre aggiornati sulle notizie e su altre curiosità del mondo Star Wars:

https://www.facebook.com/GuerreStellari.Net/

https://www.instagram.com/guerrestellari_net/

Il nuovo canale Telegram: @gsnet o tramite link https://t.me/gsnet

 

 

 

 

 

Facebook Comments

You Might Also Like

image
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: