Editoriale Extra Recensioni

[Recensione] R2-D2 Sphero

In occasione del Force Friday abbiamo ricevuto uno splendido regalo da Sphero: il mitico R2-D2 e il nuovo BB-9E.

Abbiamo già recensito il bellissimo BB 9E: oggi tocca a R2-D2.

More than meets the eye

La scatola di R2 è uguale a quelle degli altri droidi: molto elegante e curata in ogni minimo dettaglio, già ad un primo sguardo si riesce a capire che quello che si ha per le mani non è una semplice giocattolo ma una vera chicca di tecnologia e design.

Il packaging è composto dalla scatola che contiene il droide e una copertina esterna, nera opaca. Sul fronte possiamo trovare in lucido R2 che lo mette sicuramente in risalto rispetto a tutto il resto – come giusto che sia. Ai lati possiamo trovare invece alcuni disegni che riportano i dettagli del droide e alcune delle sue funzionalità.

Tolta la copertina troviamo la scatola nera che contiene R2, molto minimal in full black con solo il logo di Star Wars in lucido sul lato frontale. Sebbene molto semplice la scatola è di cartone spesso, che lascia intendere ancora una volta che Sphero ha curato ogni dettaglio nella qualità e nel design.

Una volta aperta – oltre ad R2 ovviamente – troviamo il contenitore in cartone sul quale poggia l’astrodroide. Cartone modellato con le forme di R2 in ogni dettaglio: quando si ripone il droide da spento, esso va ad incastrarsi nelle scanalature appositamente create per contenerlo.
Troviamo anche una linguetta in tessuto, che tirandola fa a aprire un piccolo scompartimento in cui è contenuto il carica batterie che serve per ricaricarlo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Perché poi debba espormi così per te, non riuscirò mai a capirlo

R2 è esteticamente impeccabile! Una riproduzione perfetta e miniaturizzata dell’originale. Ogni dettaglio trasmette una sensazione di cura quasi maniacale, ma andiamo con ordine.
La scocca in plastica sembra essere molto resistente. Il droide è diviso principalmente in quattro parti: la testa, il busto, i due appoggi laterali e l’appoggio anteriore.

Su tutta la struttura esterna compaiono solo due viti situate sul lato inferiore del busto, fatto assolutamente invidiabile se si pensa alla forma complessa del prodotto.
Ogni piccolo dettaglio di testa, corpo e appoggi è riprodotto fedelmente, dall’unico grande occhio al proiettore di ologrammi, dai motivi blu su testa e corpo al piedistallo anteriore retrattile. I due appoggi laterali terminano con cingoli in gomma che rendono i movimenti di R2 molto silenziosi. Ogni cingolo nasconde due ingranaggi dentellati che, seppur servano a garantire la deambulazione del droide, sembrano fatti apposta per raccogliere polvere e sporco presenti sul terreno di gioco. Raccomandiamo di pulire queste parti ad ogni utilizzo.

 Sphero ha sapientemente riprodotto l’astrodroide con minuziosità e precisione. L’unica critica possibile riguarda la verniciatura. Se anche in questo caso i dettagli sono precisi, sarebbe risultata maggiormente apprezzabile una colorazione più vintage, usurata e vissuta, tipica della trilogia originale, ma probabilmente si tratta anche di gusti personali.
Una piccola differenza con l’originale è data dalla presenza di una presa mini usb sulla parte posteriore del busto, presa indispensabile per ricaricare il droide – esatto, niente ricarica ad induzione questa volta.
 In generale possiamo affermare che R2 è proprio “il droide che state cercando”. Il suo aspetto ci immerge totalmente nei ricordi legati alla saga e già ad una prima occhiata viene subito voglia di vederlo in azione!

Questo slideshow richiede JavaScript.

La galassia nel palmo di una mano

Non mi soffermerò sul lato tecnico dell’applicazione, perché penso sia stato trattato in maniera approfondita nella recensione di BB-9E, ma piuttosto sul suo lato user friendly che mi ha piacevolmente stupito.

Un prodotto di questo tipo per quanto sia – ribadisco – una chicca di tecnologia e design è adatto ad ogni età e magari un bambino che gioca con lo smartphone dei genitori deve essere in grado di godersi la magia di R2 che scorrazza con i suoi inconfondibili fischi per casa. È esattamente ciò che Sphero ha fatto: ha creato un’applicazione completa e alla portata di tutti.

L’applicazione è scaricabile gratuitamente dallo store del vostro: una volta carica si aggiornerà e connessa col bluetooth vi farà scegliere il droide che volete utilizzare. 
A questo punto non vi reste che sbizzarrivi con le varie funzionalità tra le quali risulta estremamente facile e divertente muoversi.

Anche l’applicazione dal lato estetico e acustico è un piacere assoluto e curata in ogni suo dettaglio. Le musiche ed i suoni sono quelli inconfondibili ed originali del film, riportati magistralmente ed in una qualità eccelsa.
Altro punto forte è al grafica: colorata e meravigliosamente ispirata alla saga in ogni dettaglio. Vi sembrerà di avere a che fare con un’applicazione arrivata direttamente da una galassia lontana lontana.

Come già detto prima, l’interfaccia è davvero semplice ed intuitiva, quindi vi basterà scegliere la funzione che più vi aggrada e potrete cominciare la vostra avventura insieme ad R2.

La funzione che sicuramente ho preferito è quella che permette di comandare liberamente il droide, arricchita con le funzione automatiche che sono a dir poco stupefacenti. In pochi secondi sarete catapultati in una scena del film come se il vero R2 fosse li con voi. I suoni, le movenze ogni cosa è talmente curata nel dettaglio che sembra aver preso vita. Staccarvi da lui sarà a dir poco impossibile.

Vecchio ma… nuovo!

Questo modello inaugura insieme a BB-9E la seconda generazione di droidi ispirati a STAR WARS. 
Il paragone con BB-8 è inevitabile. Le proporzioni fra i due droidi sono state rispettate e questo fa sì che R2-D2 sia più grande della sua controparte arancione e bianca. 
La differenza che salta subito all’occhio è la testa.
Mentre in BB-8 ha una funzione puramente estetica in R2 le cose cambiano radicalmente: la testa risulta infatti controllabile separatamente dal busto, ed è fornita di luci! Abbiamo quindi per la prima volta una testa veramente animata con movimenti e luci identici all’originale!

Anche gli appoggi laterali sono mobili e permettono al droide di restare dritto in piedi. All’occorrenza, da sotto il busto, esce l’appoggio anteriore ed R2 è improvvisamente libero di muoversi. A seconda che si voglia esplorare o interagire in vari modi, il droide passa automaticamente da due a tre appoggi, cosa che non stanca di stupire.

Altra nota di merito di questa nuova generazione di giocattoli è data dai suoni. Se in BB-8 l’unica fonte di suoni era data dall’applicazione per smartphone, con R2 si è deciso di integrare una cassa nel droide stesso. Ora i suoni tipici che tanto amiamo arrivano direttamente dall’astrodroide e questo è un dettaglio che rende tutto molto più realistico e immersivo.
R2 è uno dei personaggi più vecchi e amati della saga cinematografica. Negli anni si sono susseguiti numerosi prodotti che lo rappresentavano ma, grazie a Sphero, questo personaggio sta vivendo una nuova era di grandezza, entrando di diritto fra i prodotti must have di questa generazione.

R2-D2

Stupido barattolo!

Questa è un’espressione che si addice assolutamente R2 – ma senza intenderla come un’offesa – in quanto il droide di Sphero in questo caso ha le tipiche dimensioni di comune un barattolo e ahinoi non è dotato di una particolare intelligenza. 
Il prodotto è sicuramente uno dei più belli mai commercializzati ed è come già ribadito esteticamente perfetto. Una gioia per gli occhi e per le orecchie.
Ogni volta che lo vediamo in movimento sentiamo di essere legati al nostro piccolo personale droide da compagnia. Sa essere simpatico, strappa più di un sorriso di tenerezza e intrattiene per diverso tempo visto anche l’ottima tenuta della batteria. 
Avremmo sicuramente gradito un più evidente miglioramento nella navigazione autonoma e in generale in quella piccola parvenza di intelligenza artificiale.
I miglioramenti rispetto al precedente BB-8 sono numerosi e tutti apprezzabili, ma ancora ci sono infinite possibilità di miglioramento. 
Il prezzo è sicuramente giustificato dall’unicità del prodotto e dal suo marchio che è una garanzia di precisione e innovazione. Certo, l’acquisto non è alla portata di tutti, ma ci sentiamo di consigliarlo in quanto Sphero sta dimostrando di sapere cosa vogliono i fan e si sta adoperando per migliorare i propri prodotti generazione dopo generazione.

Inutile nascondersi: siamo innamorati pazzi di questo R2-D2 di Sphero, che consigliamo a chiunque voglia acquistare un prodotto assolutamente valido, versatile e di una fattezza perfetta sotto ogni aspetto. Se siete amanti di R2, dei droidi o anche più in generale della saga, questo oggetto non può mancare nella vostra collezione.
Che dire grazie a Sphero e che la forza sia con voi!

Redatto da Manuel Bettuzzi e Pierpaolo Bergonzi

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Seguiteci sui social per rimanere sempre aggiornati sulle notizie e su altre curiosità del mondo Star Wars:

https://www.facebook.com/GuerreStellari.Net/

https://www.instagram.com/guerrestellari_net/

Il nuovo canale Telegram: @gsnet o tramite link https://t.me/gsnet

Facebook Comments

You Might Also Like

image
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: