Han Solo: A Star Wars Story Spin-off

[Rumor] I probabili pianeti presenti nello spin-off su Han Solo e cosa potrebbe accadere su alcuni di essi!

Il sito MakingStarWars ha rilasciato un’interessante indiscrezione riguardante i pianeti che potrebbero comparire nel chiacchierato spin-off sul giovane Han Solo. Data l’autorevolezza della fonte invitiamo chiunque non voglia incappare in spoiler di trama a tenersi alla larga dall’articolo!

Nonostante il cambio di regia, molti rumors si sono avvicendati negli scorsi mesi su quali mondi visiteremo durante la visione del film. Ecco una lista dei più importanti a livello di trama e i più probabili a fare il loro debutto sul grande schermo.

Corellia

Nome assolutamente imprescindibile, dato che si tratta del pianeta natale del famoso contrabbandiere. È quasi certo che qui avrà inizio il film, dove pare che conosceremo un giovane Han impegnato in una gara di speeder o di un qualche tipo di podracer. L’amore di Han per la corse è ben noto: durante il romanzo Bloodline lo troviamo impegnato nella rinomata – e piuttosto ardua – Five Sabers, mentre nella miniserie a fumetti a lui dedicata gareggia nella Dragon Void Run. Ecco i filmati dal set, pubblicati online tempo fa.

Kessel

Successivamente dovremmo vedere Solo e Beckett (Woody Harrelson) in uniforme imperiale durante gli anni della Guerra Civile Galattica. In seguito a un qualche tipo di disobbedienza – forse per essersi rifiutato di eseguire un ordine particolarmente malvagio – Han dovrebbe finire rinchiuso nelle miniere di Kessel, pianeta citato fin dai tempi di Una Nuova Speranza e apparso per la prima volta in Star Wars Rebels. È qui che entreranno in gioco ChewbaccaLando: il Wookiee verrà sicuramente liberato dalla schiavitù, contraendo il famoso debito di vita nei confronti del corelliano; per quanto riguarda il secondo non si hanno notizie certe sulle modalità della sua entrata in scena, ma la presenza del Millennium Falcon – con annessa rotta di Kessel in 12 parsec (e non 14 Rey!) – sembra ormai inevitabile. Ricordiamo che, al tempo, la ferraglia più veloce della galassia apparteneva ancora a Calrissian e dovrebbe presentare dei colori particolari.

Foto di Ron Howard, probabilmente le miniere di Kessel

Iridium

Iridium era già apparso nel materiale Legends, dove era descritto come un mondo montuoso e decisamente pericoloso. Nel vecchio Universo Espanso era abitato da pirati che utilizzavano particolari gemme per disattivare gli scudi delle astronavi che intendevano razziare. Resta da vedere se ci sarà qualche connessione col Nuovo Canone, ma la geografia del pianeta potrebbe suggerire che le scene su questo pianeta siano state girate in Italia, sulle Tre Cime di Lavaredo.

Vandor/Fondor

In questo caso Jason Ward, autore dell’articolo su MSW, non è sicuro di aver sentito correttamente, quindi prendete cum grano salis questi nomi. Anche Vandor faceva parte del vecchio Universo Espanso, mondo roccioso appartenente al sistema stellare di Coruscant. Apparso invece anche nel recentissimo Star Wars: Battlefront IIFondor vanta un’apparizione nel romanzo Han Solo, Guerriero Stellare di Brian Daley (1979), rendendolo un candito altrettanto papabile.

Savareen

Mondo già noto nel lore di Star WarsSavareen è un pianeta conosciuto soprattutto per il brandy che produce. Siamo sicuri che nessuna alternativa farà breccia nel cuore di Han Solo tanto quanto il buon vecchio brandy corelliano, ma, si sa, a volte bisogna adattarsi.

Ecco a voi i pianeti  e alcuni degli avvenimenti principali che avremo probabilmente occasione di vedere il 25 Maggio 2018, data prevista per il rilascio dell’ancora senza titolo spin-off sul giovane Han Solo. Che ne pensate? Lasciate un commento!

Fonte: MSW

Seguiteci sui social per rimanere sempre aggiornati sulle notizie e su altre curiosità del mondo Star Wars:

https://www.facebook.com/GuerreStellari.Net/

https://www.instagram.com/guerrestellari_net/

Il nuovo canale Telegram: @gsnet o tramite link https://t.me/gsnet

Facebook Comments

You Might Also Like

image
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: