Episodio IX Trilogia sequel

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker – tutti i dettagli da Vanity Fair

Giornata chiaramente segnata dall’arrivo dello speciale dedicato a Star Wars: L’Ascesa di Skywalker su Vanity Fair, che ha portato con sé tante foto (che avete già visto sui social) ma anche tante novità che approfondiremo in questo articolo.

Il fulcro del lavoro sul set del magazine è stato nel deserto del Wadi Rum, dove la produzione – ovviamente imponente – ha realizzato una strada lunga diversi km. Sono stati inoltre coinvolti l’esercito Giordano e la famiglia reale.

“E’ molto difficile realizzare le imperfezioni e quelle che si hanno in questi ambienti creano un reale senso di autenticità. Hai una sensazione più vera.

Oscar Isaac

Per dare un’idea dell’importanza di quanto realizzato nel deserto, “solo” 70 erano le persone dedicate alla realizzazione dei costumi. Il pianeta? Pasaana.

La nuova vera sfida di Disney è comunque quella di tornare a rendere Star Wars un evento, come è sempre stato. Chiaramente questo non sarà un problema con L’Ascesa di Skywalker che dovrà chiudere una storia iniziata 42 anni fa nei cinema.

Al contempo non sarà neanche facile giungere a conclusione di tutto quanto aperto dai sequel ma anche di ciò che rimane dalle pellicole precedenti.

 “Questa è la sfida di questo film. Non è una di quelle pellicole che sarà un’esperienza solo a se stante, in grado di essere da sola avvincente, emozionante e divertente ma deve essere l’ultima dopo aver visto tutti i nove film e sconvolgere!

JJ Abrams

Nel farlo, non ci saranno solo i già noti protagonisti ma anche alcuni volti nuovi.

Primo tra tutti il personaggio che interpreterà Keri Russell. Un contrabbandiere che nella foto vediamo sul pianeta Kijimi mentre lascia un edificio di altre figure analoghe.

A seguire vediamo il Generale Hux in compagna dell’Allegiant General Pryde, interpretato da Richard E. Grant. Entrambi, nella foto, si trovano sul ponte dello Star Destroyer su cui vedremo comandare Kylo Ren.

Infine, Jannah, interpretata da Naomi Ackie, che nella foto si lancia con Finn contro le forze del Primo Ordine. Non sappiamo ancora su quale pianeta.

C-3PO e BB-8 si preparano ad alcune scene nel deserto del Wadi Rum

Seppur ci siano tante nuove figure e i nuovi eroi, non sono da dimenticare le figure storiche ed indimenticabili di Star Wars. Una di queste è C-3PO, pronto a girare una scena nel deserto. Come sempre, interpretato da Anthony Daniels. L’attore ha svelato che ha amato la sceneggiatura realizzata da Chris Terrio e JJ Abrams, seppur abbia avuto difficoltà a memorizzare la sua prima battuta, che prevedeva di dire “common emblem”. L’aspetto più interessante è però che Daniels ha anche svelato che vedremo il nostro droide dorato fare cose inedite e sorprendenti.

“Ha sempre su i suoi abiti. Non è che farà improvvisamente queste cose ma…”

Anthony Daniels
Chewbacca, BB-8, Poe e Lando sul Millennium Falcon. Sulla sinistra si vede anche il nuovo droide D-O

A difendere il passato rivedremo anche Billy Dee-Williams nei panni di Lando, definito un sopravvissuto dall’attore in persona, ora ottantaduenne ma sempre con il suo incredibile charm.

“E’ un sopravvissuto. E’ un’opportunità per lui. Sapete, si è ritrovato in una situazione che non si aspettava e ha dovuto capire come rapportarsi con entità che erano oltre l’umano.”

Billy Dee Williams

Altra vecchi figura è quella di Chewbacca, portato però sullo schermo da Joonas Suotamo – ex giocatore di basket – da ormai 4 film, anche vista la recente scomparsa di Peter Mayhew.

“Quando ho incontrato per la prima volta Mayhew, mi disse che ero troppo magro. Abbiamo anche fatto un boot camp Wookie, durato una settimana. Mi ha spiegato tutte le cose faceva Chewbacca, come ci sono arrivati e le motivazioni dietro. E’ come un personaggio dei vecchi film muti, con Buster Keaton e Charlin Chaplin. E’ un personaggio mimo e credo che il suo minimalismo sia parte della bellezza del personaggio.”

Joonas Suotamo
Alcune creature che vedremo nel deserto, ribattezzate Aki-Aki

Nonostante molti abbiano pensato che tale pellicola, rappresentasse una rottura rispetto alla precedente, JJ Abrams è pronto ad affermare il contrario. E’ stato anche spinto a prendere nuove direzioni.

“Lavorando sul nove, mi sono trovato ad avere un approccio decisamente diverso rispetto al sette. In quel caso mi sono trovato bloccato da Star Wars, nel senso che cercavo di fare il meglio per quello che doveva essere. In questo caso è stato più esplosivo. Mi sono sentito più libero di fare quello che pensavo fosse giusto, non perché dovesse essere “aderente” a qualcosa.”

JJ Abrams

Facendolo, ha confermato anche che ci troveremo circa un anno dopo i fatti de Gli Ultimi Jedi e svelando che scopriremo molte cose in più rispetto alle origini del Primo Ordine e a come si è arrivati a questa situazione. Inoltre, ha ancora sottolineato che protagonisti saranno i nuovi personaggi.

Questa trilogia è su questa nuova generazione, che deve avere a che fare con i debiti di quanto successo prima e anche dei peccati dei padri. C’è anche la saggezza e la grandezza di quelli che hanno fatto cose fantastiche ma ci sono anche quelli che hanno commesso atrocità. L’idea è che questo gruppo sia contro questo male non evidente e se siano preparati ad affrontarlo. Che cosa hanno anche imparato da prima? Non è più una questione di ripristinare il passato. E’ più il preservare la libertà e non essere oppressi.

JJ Abrams
Kylo Ren e Rey lottano

A non comprendere le lezioni del passato è stato sicuramente Kylo Ren, ancora una volta interpretato da Adam Driver. Il personaggio sarà – per forza di cose – costretto a confrontarsi con il suo di passato, per concludere il suo percorso nella trilogia, lottando con le sue paure.

Nel farlo, dovrà ancora rapportarsi con Rey. Durante la pellicola, come confermato a Vanity Fair, scopriremo che la loro connessione nella Forza andrà oltre ciò che ci possiamo aspettare.

Il personaggio impersonato da Daisy Ridley sarà comunque ancora centrale, essendo la protagonista. Ritroveremo infatti Rey molto più allenata e quasi al termine del suo percorso di crescita, finalmente iniziato con convinzione ne Star Wars: Gli Ultimi Jedi.

A farle compagnia, in un gruppo unico per almeno parte della pellicola – in cui comunque dovremmo avere una morte eccellente, sempre stando alle fonti di VF – ci saranno ancora una volta Finn e Poe.

Il primo, stando a Boyega, ha finalmente capito qual è il suo posto nella galassia:

“Penso che sia finalmente un membro della Resistenza ora. In Episodio VIII non ha potuto decidere da che parte stare ma adesso ha preso una decisione chiara.”

John Boyega

L’ex-stormtrooper è probabile anche che arriverà a prendere una scelta anche sul fronte dei rapporti amorosi, vista il rapporto speciale con Rey e Rose Tico, interpretata ancora una volta da Kelly Marie Tran.

Riguardo Dameron, ritroveremo un personaggio completamente trasformato, come era facilmente intuibile.

“C’è una parte di storia che non avete visto. Se negli altri film Poe era un lupo solitario, in questi è parte del gruppo. Andranno insieme in missione e avranno una dinamica più da famiglia.”

Poe Dameron
John Williams al lavoro sulla colonna Sonora

In questa foto, invece, ritroviamo John Williams a condurre l’orchestra su una scena di Leia. JJ Abrams ha già ampiamente spiegato che, grazie a quanto girato nelle scorse pellicole, Carrie Fisher sarà in Star Wars: Episodio IX.

Questo anche grazie ad un sapiente lavoro digitale, che lasciasse integra la performance dell’attrice, adattandola a quanto necessario.

Tuttavia, all’inizio Abrams aveva ritenuto che non fosse opportuno far condividere delle scene del personaggio con quelle di Connix, Luogotenente interpretato dalla figlia Billie Lourd. Proprio lei ha comunque esplicitamente chiesto di vivere un ultimo viaggio con la madre:

“Voglio avere delle scene con lei. Lo voglio per i miei bambini quando avranno figli. Voglio che la vedano.”

Billie Lourd
Luke Skywalker e R2-D2

Molto poco si va invece sul coinvolgimento di Luke Skywalker e fino a dove verrà spinto. Dalla foto è facile dedurre che ci sarà un ennesimo viaggio nel passato al momento della distruzione del suo nuovo Ordine Jedi. Ma è l’unica cosa che ci possiamo aspettare?

Finalmente, i cavalieri di Ren

Molto ci si aspetta invece dai Cavalieri di Ren, da tempo ormai certi ne Star Wars: L’Ascesa di Skywalker. Certo è anche che saranno su Pasaana alla caccia dei nostri eroi. ancora una volta comandati da Kylo Ren. Riusciranno a far fronte alle attese sul loro conto?

Tuttavia, non saranno più comandati da Kylo Ren. A chi faranno quindi riferimento? Saranno diventati indipendenti?

Per scoprirlo dovremo aspettare il prossimo 18 Dicembre 2019, giorno in cui Star Wars: L’Ascesa di Skywalker arriverà nei cinema italiani.

Per il numero di VF, invece, sul mercato internazionale bisognerà aspettare il prossimo 4 Giugno.

Per leggere tutto, andate a questo link.

Facebook Comments

You Might Also Like

image
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: