Libri

Alla scoperta della malavita galattica con Star Wars: Scum and Villainy!

Pensavate che lo spazioporto di Tatooine fosse il luogo più malfamato dell’intera saga di Star Wars? Beh, Pablo Hidalgo vi farà cambiare idea! Grazie al suo prossimo lavoro Star Wars: Scum and Villainy – Case Files on the Galaxy’s Most Notorius, esploreremo il lato più oscuro della Galassia Lontana, Lontana.

Il libro illustrato, una grande enciclopedia di gangsterscacciatori di taglie contrabbandieri, sarà distribuito in copertina rigida dal 23 ottobre. Il tomo sarà composto da una grande quantità di schede ed appunti raccolti da ben tre generazioni di poliziotti della Repubblica.

Grazie a starwars.com, che ha potuto mettere mano in anteprima sull’albo, abbiamo potuto avere un primo assaggio di questo nuovo, interessante prodotto a tema Star Wars.

Nel mondo criminale si possono trovare individui davvero particolari e colorati, che cercano di lasciare la loro impronta, perché non stanno combattendo per qualcosa di più grande. Sono semplicemente loro stessi. Esplorando questo mondo variegato si arriva ad avere una vasta galleria di personaggi

Ha dichiarato Hidalgo durante l’intervista rilasciata per il sito ufficiale di Star Wars.

Un aspetto molto particolare di Scum and Villainy è il suo essere nient’altro che una raccolta di informazioni tramandata in una famiglia di poliziotti:

Ho pensato che una cosa che potesse realmente funzionar bene con la Propaganda fosse trattare il libro come un artefatto.
Abbiamo voluto fare una cosa del genere, ma l’angolazione multi-generazionale conferisce al lettore differenti punti di vista e differenti commenti su come la giustizia funzioni in società diverse. In questo caso, un ufficiale della Repubblica, un ufficiale Imperiale ed un ufficiale della Nuova Rebupplica.

All’intero del libro, sono state inserite alcune frasi che hanno suscitato particolare attenzione nella redazione di StarWars.com; “My mother wore the badge during the Galactic civil War”, per la precisione, ha richiamato nei lettori una sensazione di “film poliziesco anni ’70”. L’autore risponde così:

Sono un grande fan dei vecchi show sui detective – Colombo, Kojak – quindi ne sono stato certamente influenzato. Nello stesso modo in cui il nucleo di Star Wars fa riferimento ai samurai, alla guerra, ed ai film western di altri tempi, le sue storie di criminali ispirano immagini di poliziotti e gangster del passato, quando Edward G. Robinson e James Cagney lasciavano la loro impronta su questo genere.

Altro punto di forza dell’enciclopedia criminale a tema Star Wars, sono sicuramente le sue illustrazioni:

Il mio collaboratore principale è stato il mio editore, Delia Greve, e l’art director del progetto, Sam Dawson. Non ho lavorato direttamente con gli artisti, ma Delia e Sam mi hanno aggiornato mano mano che si avevano dei progressi. Quando abbiamo iniziato il progetto, sapevamo che avrebbe dovuto possedere quel “artifact feel” in termini di immagini, con impronte, macchie, indizi e frame dalla video sorveglianza. Ho messo insieme un po’ di esempi di schede, alcune delle quali tratte da vere schede che ho trovato su internet.

Pieno di belle illustrazioni, di malviventi e conflitti generazionali, in Scum and Villainy Hidalgo ha voluto inserire anche qualche chicca dall’universo espanso di Star Wars, come una lettera scritta da Hondo Ohnaka.

È stato un mix di sorprese e rivelazioni mano mano che tutti i pezzi combaciavano. L’esempio di Hondo è un caso dove ciò che rende Hondo così unico è la sua voce, quindi come si poteva catturarla? Facendo parlare le sue parole per lui.

Altro elemento che collega l’universo espanso alla continuity principale, l’inserimento di un file riguardante un’armatura Mandaloriana nello studio di Dryden Vos:

Ci sono un paio di argomenti che questo libro continua da altre storie ed idee. Un esempio di ciò è in Solo: La guida Ufficiale, uscita quest’anno, che contiene una menzione al fisico personale di Dryden Vos. Scum and Villainy raccoglie quell’idea ed identifica quel personaggio.

Scum and Villainy sarà rilasciato il 23 ottobre ed è già disponibile al preorder qui.

Fonte: starwars.com

 

 

Facebook Comments

You Might Also Like

image
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: