Gli Ultimi Jedi

Un primo sguardo ad alcune scene tagliate di Star Wars: Gli Ultimi Jedi

Episodio VIII ha ancora molto da raccontare ai fan di Star Wars. Come ben sappiamo sono 14 le scene tagliate che vedremo una volta uscito l’homevideo del film e il regista Rian Johnson ha detto qualcosa a riguardo:

DVD 📀 amzn.to/2ocV5hZ
Blu Ray 3D + 2D 📀 amzn.to/2ojZ5g8
Blu Ray due CD 📀 📀 amzn.to/2EFBmhi
UHD 4k 3 CD 📀 📀 📀 amzn.to/2EFVS1v

“Amo ognuna di queste scene, non sono state tagliate perché non funzionavano ma perché il film sarebbe stato migliore senza di esse. Questi tagli hanno scaturito emozioni contrastanti: da una parte mi dispiaceva tagliare quelle scene ma dall’altra ero contento perché sapevo il ritmo del film sarebbe migliorato.”

In particolare ora daremo uno sguardo a 5 di queste scene tagliate.

BB-8 mostra a Finn il saluto di Rey

In questa scena BB-8 si avvicina a Finn e gli mostra il toccante momento in cui Rey gli dice “Ci rivedremo. Io ci credo”. Questo è stato fatto anche per ricordare al pubblico la grande amicizia tra Rey e Finn, che per la maggior parte del film sono molto distanti.

“Stavo cercando un modo emozionante per connettere i due. Penso che sia una scena molto dolce e ho amato la performance di John Boyega. Era un modo per spiegare le motivazioni di Finn per abbandonare la resistenza, ma già l’aveva spiegato a Rose, quindi abbiamo eliminato la scena.”

Rey e i razziatori del villaggio delle custodi

Rey osserva delle luci avvicinarsi al villaggio delle custodi. Luke le dice che sono una tribù di razziatori e Rey vorrebbe sguainare la sua spada laser. Luke però le dice di aspettare, perché anche sconfiggendoli sarebbero tornati in futuro con ancora più rabbia. Un jedi avrebbe scelto di non immischiarsi, per non peggiorare la situazione.

Rey però non lo ascolta e inizia a correre lungo la costa con la spada accesa. Questo è il momento in cui Rey capisce che se Luke non vuole aiutare, allora lei sta solo perdendo tempo su Ahch-To. Johnson pensava che questo momento fosse importante per avvicinare Rey a Kylo Ren. La rimozione di questa scena porta dunque ad uno scenario differente nel rapporto tra Rey e Luke. Per quanto visto nel film, infatti, sembrava che i due personaggi stessero facendo progressi e quindi la scena della capanna avrebbe portato ad una rottura improvvisa. Considerando questa scena in più si capisce, invece, che il rapporto tra i due stava già scricchiolando.

Luke in lutto

In questa scena assistiamo alle ripercussioni della morte di Han su Luke.

Luke entra nella sua capanna con gli occhi colmi di lacrime per il suo vecchio amico che non rivedrà mai più e si siede in silenzio. Qui il film si sarebbe spostato su Leia, cogliendola in una posa simile al fratello. Questo significa che entrambi stavano condividendo quel momento di dolore e i due erano dunque connessi tramite il pensiero della morte di Han. “Un momento davvero incantevole” ha detto Johnson.

“Mi è dispiaciuto molto rimuovere questo momento. Penso che quella di Mark sia stata un’ottima interpretazione, ma spostare l’attenzione dalla nave della resistenza avrebbe spezzato il ritmo. In quel momento era meglio focalizzarsi sul pianeta Ahch-To. Penso però che abbiamo avuto un momento simile con lui più tardi, nella scena con R2 sul Falcon”

L’infiltrazione nella Supremacy

Nel film vediamo Finn, Rose e DJ rubare le uniformi del Primo Ordine. Nella versione estesa invece uno stormtrooper riconosce Finn e inizia a parlare con loro in un ascensore.

“Questa scena mi fa ridere ogni volta che la vedo, ma non si poteva rallentare il film per inserire questa sequenza” ha dichiarato il regista.

Questa scena però non serviva solo per far ridere. Infatti Finn capisce che il Primo Ordine ha nascosto tutto ciò che riguarda il suo tradimento e il suo schieramento con i nemici, essendo un motivo di grande vergogna oltre che un fallimento. Lo stormtrooper dunque non suona alcun allarme e invece si fa una risata per la promozione di Finn da soldato a ufficiale. Le tensione creata viene spezzata dal fatto che lui non sappia cosa sia accaduto veramente.

Una diversa resa dei conti per Phasma

Johnson ha definito Phasma come la Kenny (da South Park) di Star Wars, capace di ritornare più volte dopo aver visto avvicinarsi la sua fine. La versione finale della sua morte nel film è il risultato di un reshoot.

Inizialmente, la fine di Phasma era diversa: Dopo essere stata colpita, Phasma sconfigge Finn, chee viene circondato da diversi stormtrooper. L’eroe della Resistanza inizia quindi a parlare della vigliaccheria del villain e di come abbia disabilitato gli scudi della Base Starkiller. Si crea, così, del disagio tra i soldati del Primo Ordine. Phasma mostra della paura, osservabile dallo squarcio sul suo casco. Prima che possano reagire, i trooper vengono spazzati via, con lo scontro che può così proseguire come abbiamo visto.

Johnson ha affermato di aver adorato questa versione dello scontro tra i due, specie per lo scambio di battute, ma era necessario proporre il tutto in minor tempo ed essenzialmente il risultato è stato lo stesso.

Nella versione originale però è molto più chiaro che Phasma sia morta, mentre ora non si ha ancora questa certezza.

L’homevideo di Star Wars: Gli Ultimi Jedi sarà disponibile in Italia dall’11 Aprile. Seguiteci sui social per rimanere sempre aggiornati sulle notizie e su altre curiosità del mondo Star Wars:

https://www.facebook.com/GuerreStellari.Net/

https://www.instagram.com/guerrestellari_net/

Il nuovo canale Telegram: @gsnet o tramite link https://t.me/gsnet

Facebook Comments

You Might Also Like

image
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: