Il trailer di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker ha acceso la discussione sulla pellicola che arriverà il prossimo 18 Dicembre al cinema. Al di là delle mere opinioni bello/brutto, fantastico/manca dell’effetto wow e via dicendo, andiamo a snocciolare non solo quale possa essere il contesto e il significato delle scene che abbiamo visto ma anche anche alla ricerca delle tante sorprese che nasconde e a cui prestare grande attenzione.


Prima di farlo, mi preme chiarire che non verranno fatti in alcun modo riferimenti agli spoiler in questo preciso contesto. Se richiesta, preparerò anche un’analisi fortemente spoilerosa.

“E’ un istinto…”

Il trailer si apre su un pianeta boscoso, già visto nei precedenti girati sempre con il medesimo contesto: Rey è impegnata nel suo addestramento da Jedi. Se nelle immagini precedenti l’abbiamo vista confrontarsi con un remoto e utilizzare una spada laser, è ora in un allenamento molto più fisico, tra corsa e salti.

“…Una sensazione…”

Proprio un salto ed un sapiente taglio tra due diverse scene ci accompagna, sempre con Rey, all’interno dei resti della Morte Nera. Ricordiamo che, notizia di poche ora, non si trovano su Endor ma sul nuovo pianeta oceanico Kef Bir.

“…La Forza ci ha fatti incontrare.”

Con le parole di Finn, inquadrato brevemente nel suo nuovo outfit e con in mano uno strano binocolo, e tornando all’addestramento di Rey con una magnifica inquadratura panoramica, va a concludersi il primo blocco di momenti, sicuramente quello meno ricco di elementi da studiare.

“Non siamo soli…”

Arriviamo ora all’interno della base della Resistenza, a parlare crediamo sia Poe Dameron (sulla destra) e non Lando Calrissian (più al centro), che possiamo intravedere al centro dello schermo nel suo ben visibile outfit blu e giallo. Diverse comunque le personalità che è possibile intravedere prestando maggiore attenzione al contesto. C-3PO, Aftar Ackbar – nuovo Mon Cala direttamente dal fumetto Allegiance, serie a fumetti del programma Journey To – ma anche Span Wexley, personaggio di Greg Grunberg ma qui solo di spalle nelle immediate vicinanze di Poe.

Diversi combattenti della Resistenza

Da segnalare che la scena è ambientata al di sotto di una corvetta CR-90, dove è possibile osservare anche dei gusci di salvataggio analoghi a quelli usati 40 anni fa da R2-D2 e C-3PO.

…la brava gente combatterà se la guidiamo.”

Passiamo quindi, piuttosto velocemente, a tre inquadrature in cui è possibile vedere Rose e il personaggio di Dominic Monaghan (un combattente della Resistenza di cui non conosciamo ancora il nome), all’interno di quello che sembra essere un hangar sotto attacco. Con loro anche la Luogotenente Connix, come sempre interpretata dalla figlia di Carrie Fisher, Billie Lourd. Nel momento successivo, Finn, Chewbacca e ancora Poe Dameron si trovano di fianco al nuovo X-Wing arancione di quest’ultimo. Concludiamo con la corvetta CR-90 passare a filo degli alberi, probabilmente in partenza in missione.

“Tutti a dirmi che mi conoscono… ma non è così”

Iniziamo ad andare in crescendo e ad entrare nel cuore del trailer. Siamo su Kef Bir. Rey, su parte della Morte Nera e davanti ad un cannone della stessa, è visibilmente agitata, consapevole di quello che dovrà affrontare dopo pochi istanti.

“Io ti conosco.”

Appare infatti in scena Kylo Ren, che passa tra l’acqua sollevata dalle forti onde che si scagliano contro ciò che resta della Morte Nera. Il villain nell’avvicinarsi a Rey compie un movimento rotatorio con la spada laser che comunica l’aggressività con cui inizierà lo scontro. Ma quel “Io ti conosco” che pronuncia nasconde delle nuove verità riguardanti Rey?

Eccoci quindi ad una meravigliosa inquadratura di una città sconosciuta, che è difficile comprendere anche dove si trovi. Verosimilmente si tratta di Kijimi, nuovo pianeta innevato/ghiacciato, ma alcuni hanno anche speculato si possa trovare nello spazio, in virtù del bellissimo cielo stellato che è possibile oss