Lo scorso mercoledì abbiamo assistito ad una breve anteprima di Mulan, il prossimo Live Action Disney, seguito da una chiacchierata con la sua regista, la neozelandese Niki Caro.


Mulan, titolo Disney del 1998, tra pochi mesi vedrà la luce in versione live action. Dietro la macchina da presa abbiamo Niki Caro, già regista affermata per Il film La Ragazza Delle Balene. La storia tuttavia non nasce da Disney ma da un’antica ballata Cinese tramandata a voce. La stessa regista, dopo esserne venuta a conoscenza, ci ha spiegato come questa sua rivisitazione, sarà una sintesi delle due versioni. Sarà per questo che fin dal trailer e dalle clip successive, abbiamo notato una storia molto più adulta e realistica del suo predecessore.

Mulan

La stessa Niki infatti, ci racconta come abbia preso ispirazione da Ang Li e dal suo famosissimo La Tigre e il Dragone. Se però i film orientali di quegli anni avevano una certa verticalità nelle scene di combattimento – basti pensare all’utilizzo di funi invisibili per le lotte di arti marziali – la nuova pellicola Disney avrà un’azione più orizzontale e legata alla terra stessa. 

Liu Yifei – già vista ne Il Regno Proibito e Once Upon a Time – interpreterà Mulan. Oltre alla sua innegabile bravura recitativa, si è rivelata perfetta per il ruolo anche per doti collaterali quali il saper andare a cavallo e la conoscenza dellle arti marziali.

La ricerca di Mulan è durata molto, abbiamo cercato in moltissimi paesi e villaggi cinesi.

Niki Caro Regista

Mushu

All’uscita del primo trailer pochi mesi fa, seguì una polemica per l’assenza di Mushu, il piccolo drago e spalla comica della protagonista.

Essendo un personaggio perfetto, per senso di rispetto non l’ho voluto riprodurre in live action. Come segno di rispetto, non volevo rovinare qualcosa di così perfetto per il cartone. Nel live action volevamo che la storia avesse una connotazione più reale.

Niki Caro

Mushu era l’elemento di comicità del film di animazione, tuttavia Niki ci spiega come sia presente un tono umoristico e comico anche nella sua pellicola:

Mushu era il comic relief del cartone animato, nel live action abbiamo inserito l’umorismo nel rapporto di Mulan con i suoi compagni dell’esercito e la comicità nella dinamica pratica di una donna che deve vivere travestita in un mondo di uomini.

Come detto all’inizio il nuovo film sarà una sintesi tra la ballata originale  e il cartone animato, per questo Niki ha voluto inserire scene tipiche di quest’ultimo:

Volevo onorare il cartone ed in particolare due momenti topici: il primo è la scena dei matrimoni combinati, e la seconda è la scena della valanga. Originariamente non l’avevano inserita nella sceneggiatura, ma ho voluto inserirla

Guerriera con grazia

Nonostante sia un film d’azione, Mulan sarà incentrato molto nell’introspezione del personaggio, ciò lo renderà più realistico.

Sarà quindi un film di trasformazione. Lealtà, coraggio e sincerità sono gli ideogrammi incisi sulla Katana che il padre dona a Mulan. Mulan è leale e coraggiosa tuttavia, finché è mascherata da uomo non è sincera. Solo dopo che si mostra come donna toccherà i tre punti e capirà il suo percorso. La stessa regista si è immedesimata nel personaggio, affrontando la regia del film non utilizzando un punto di vista maschile ma accentuandone la propria femminilità, come Mulan diventa una Leader senza rinunciare alla sua identità.

Niki come Mulan, una “Guerriera con grazia”.

Quando l’Imperatore della Cina decreta che un uomo per ogni famiglia dovrà arruolarsi nell’Armata Imperiale per difendere il Paese dall’attacco di invasori provenienti dal Nord, Hua Mulan, la figlia maggiore di un rispettato guerriero, prende il posto del padre malato. Dopo essersi travestita da uomo ed essersi arruolata con il nome di Hua Jun, Mulan verrà messa alla prova in ogni momento del suo cammino e dovrà trovare la propria forza interiore e dimostrare tutto il suo autentico potenziale. Nel corso di questo epico viaggio si trasformerà in una stimata guerriera guadagnandosi il rispetto di una nazione riconoscente e l’orgoglio di un padre.

Mulan arriverà nelle sale italiane il 26 marzo 2020. Questo è il secondo film Live Action Disney di cui vi parliamo della nostra rubrica, che ve ne pare? Andrete a vederlo?

ADVERTISEMENT
Alessandro Pagani

Alessandro Pagani

Star Wars Fan per hobby, Taxi Driver di professione, nel restante tempo libero, mi dedico alla cura di me stesso con lo Sport; in ordine di importanza: corsa, montagna, Trail running, palestra e bici. Quando posso mi rilasso con Fotografia, Cinema e Lettura.

Next Post